Ariano Irpino (AV) – Chiesa di S. Pietro Apostolo – La Guardia

ORCHESTRA FILARMONICA PUGLIESE
FILIPPO ARLIA, direttore
GAETANO DI BACCO, sassofono
SALVATORE BARBATANO, pianoforte
MARCO SOLLINI, pianoforte
FLAVIO PECONIO, pianoforte
SIMONE ARBORE, pianoforte


G. ROSSINI
Overture “La Gazza ladra”

W. A. MOZART
Concerto per 2 pianoforti e orchestra in Mi bemolle kv. 365
Allegro
Andante
Rondo. Allegro

P. GILSON
Concerto pour saxophone et Orchestra
Allegro deciso con fuoco
Andante ritenuto
Scherzo-Finale

F. POULENC
Concerto per 2 pianoforti e orchestra
Allegro ma non troppo
Larghetto
Finale: Allegro molto


Ingresso gratuito . Per informazioni:
Telefono-WhatsApp 3381174333
 

Orchestra Filarmonica Pugliese

L’Orchestra Filarmonica Pugliese, nata a Molfetta (Bari) dalla volontà di un gruppo di musicisti da tempo attivi sul territorio in ambito solistico, orchestrale e didattico, racchiude molte delle migliori giovani individualità provenienti da tutta la Puglia.
Costituita nel 2013, subito patrocinata dalla Regione, Complesso Strumentale di fascia A riconosciuto dal FUS, si è esibita nei più importanti Teatri e luoghi di interesse culturale d’Italia. Nel novembre 2023, il tour denominato ‘Road to Salisburgo’ la porta a esibirsi presso il Teatro Maria Caniglia di Sulmona, presso il Petruzzelli di Bari e presso il Teatro Signorelli di Cortona, prima di eseguire ben i due concerti a cui l’intera tournée deve il nome presso la Großer Saal Mozarteum di Salisburgo. Unica orchestra italiana ospite della prestigiosa sala da concerto nel cartellone 2023, per l’occasione viene diretta dai M° Gudni Emilsson e M° Claude Villaret.
 L’OFP collabora con musicisti del calibro di Giuseppe Gibboni (dal 2022 resident artist OFP), Corrado Giuffredi, Giorgio Mandolesi, Pierluigi Camicia, Maria Pia Piscitelli, Nicola Hansalik Samale, Pietro Brogonovo, Evgeny Starodubstev, Sklodowsky Bartosz, Anna Geniushene, ma anche con artisti di area non classica come Ronn Moss, Stef Burns, Roby Facchinetti, Antonella Ruggero, Andrea Braido, il celebre giornalista RAI Francesco Giorgino e l’attore comico Gianni Ciardo. Nel 2020 è stato pubblicato il CD “Double Concerto” con brani di Nodari, Piazzolla e Bareilles con solisti Giovanna Buccarella (violoncello) e Francesco Diodovich (chitarra), Giovanni Minafra (direttore), per l’ etichetta Stradivarius, trasmesso nel programma “Primo Movimento” di Radio Rai.  L’OFP è in prima linea nella realizzazione di eventi benefici in favore di Associazioni ed Enti locali, nazionali ed internazionali, in particolare per la Lega del Filo d’oro, alla quale dedica un attesissimo appuntamento del suo cartellone annuale: il Concerto d’Oro.
Nell’agosto 2019 l’Orchestra Filarmonica Pugliese è stata ideatrice e protagonista dell’evento Sol dell’Alba, il concerto dell’alba più importante, per numeri e qualità artistica, su tutta la Costa Adriatica. 
L’OFP si avvale della talentuosa bacchetta di Giovanni Minafra, direttore stabile dell’orchestra sin dalla sua fondazione, e della direzione artistica di Giacomo Piepoli ed è presieduta da Laura Bienna.   

Filippo Arlia

Filippo Arlia, è un pianista, didatta e direttore d'orchestra italiano, considerato dalla critica internazionale, dalla stampa e dalla televisione italiana come uno dei più brillanti e versatili musicisti della sua generazione. Nel 2019 ha debuttato sul podio dei Berliner Symphoniker con Stefano Bollani al pianoforte al Teatro Filarmonico di Verona. Nella sua carriera ha già tenuto oltre 400 concerti come solista e direttore in più di 30 paesi al mondo e ha diretto orchestre dal prestigio storico tra cui l'Orchestra Sinfonica di Sanremo, Haifa Symphony Orchestra, Cairo Symphony Orchestra, Jerusalem Symphony Orchestra, I Virtuosi del Teatro alla Scala. Ha calcato alcuni dei palcoscenici più prestigiosi del mondo, come la Carnegie Hall di New York, la Cairo Opera House, l’Auditorio Nacional de Musica di Madrid, la Novaja Opera di Mosca, Smetana Hall di Praga, il Teatro alla Scala di Milano. Ha registrato per Warner Music Italy, Sony Music, Fonè Records, Brilliant Classics, Movimento Classical, Amadeus, Rai Radio 3, Rai Uno, Rai Cinque.

Gaetano Di Bacco

Uno dei più attivi sassofoni italiani inserito nel panorama concertistico internazionale dal 1984 ha realizzato con il Quartetto di Sassofoni Accademia e come solista oltre di 1500 concerti in tutto il mondo suonando in sale e teatri come il Mozarteum di Salisburgo, Teatro Teresa Carreño di Caracas, Palau de La Musica di Valencia (Spagna), Conservatoire National Superieur de Musique de Paris, Konzerthaus di Berna, Cappella Paolina al Quirinale, Toronto Downtown Jazz Festival, Teatro “Lisinski” di Zagabria. Ha collaborato anche come solista con diverse orchestre sinfoniche tra le quali il Teatro dell’Opera di Roma, l'Orchestra Sinfonica Siciliana, l'Orchestra Sinfonica Abruzzese, Orchestra Sinfonica di Kiev, Donetsk, Orchestra da Camera Fiorentina, Orchestra, Philarmhonica di Bucarest. Ha collaborato con solisti e compositori tra i quali C. Delangle, B. Canino, E. Morricone, A. Gentile, F. Mannino. Docente di sassofono nel Conservatorio di Pescara, ha tenuto master in Italia, Francia al C.N.S.M. de Paris, Slovenia, Usa, Spagna, Germania, Turchia e Venezuela. Ha partecipato a quattro edizioni del World Saxophone Congress. Dedicatario di oltre 70 composizioni che ne ha tenuto la prima esecuzione. Ha inciso dodici compact disc per Nuova Era, Dynamic, ha pubblicato per la Lemoine e la Billaudot. Suona con sassofoni Selmer, anche Vandoren e accessori BG.

Marco Sollini - Salvatore Barbatano

Il Duo Sollini-Barbatano nasce nel 2004 e consolida negli anni, dopo attività solistiche e cameristiche di prestigio, l’esperienza di Marco Sollini e Salvatore Barbatano che si impongono come duo pianistico italiano tra i più apprezzati anche a livello internazionale, definito dalla stampa russa “le venti dita d’oro d’Italia”. Affronta sia pagine del repertorio per pianoforte a 4 mani che significative opere per due pianoforti e si esibisce anche in veste solistica con orchestra. Ha suonato in sale prestigiose tra cui: Grosse Saal del Mozarteum di Salisburgo, Filarmonica di Cracovia, Smetana Hall di Praga, Teatro Ahmed Adnan Saygun Sanat Merkezi di Izmir, Teatro Manoel di Malta, Sala Solti all’Accademia Liszt di Budapest, Festival dei Palazzi di San Pietroburgo, Schouwburg Festival di Jakarta, International Music Festival di Santorini, Kursaal di Bad Wildbad, Interfest di Bitola, Kamerfest di Pristhina; inoltre, alla Sala Preporodna di Zagabria, in un concerto esclusivo dedicato al ventennale delle Relazioni Diplomatiche tra Repubblica di Croazia e Repubblica Italiana, alla presenza del già Presidente della Repubblica Ivo Josipovic. Significative le esibizioni in Italia per importanti stagioni concertistiche tra cui l’Associazione Siciliana Amici della Musica di Palermo al Teatro Politeama, Teatro Bibiena di Mantova, Viotti Festival di Vercelli, Alba Music Fest, Teatro Sanzio di Urbino, Settimane Musicali di Vicenza, Auditorium del Gonfalone a Roma, ecc. Ha effettuato varie registrazioni per la Radio Vaticana e RAI Radiotre. Nel loro repertorio figurano anche l’integrale dei Concerti di Johann Sebastian Bach per due pianoforti e orchestra, eseguiti ed incisi sotto la direzione del M° Francesco D’Avalos, Nel 2011 ha eseguito, in prima mondiale assoluta, “Le Mille e una notte” di Patrizio Marrone, con Ugo Pagliai e Paola Gassman quali voci recitanti. I due artisti fondono la loro esperienza musicale anche nella conduzione dell’International Concert Series “Armonie della sera”, di cui Sollini è ideatore e direttore artistico e Barbatano è coordinatore artistico. Nel 2015 il compositore, premio Oscar, Luis Bacalov ha scritto e dedicato al duo Sollini-Barbatano il brano “Tanghitud 4”. Il duo è inoltre dedicatario di composizioni scritte da vari importanti musicisti come Michele Dall’Ongaro, Sergio Calligaris, Antonio Giacometti, Patrizio Marrone. Ha registrato diversi CDs tra cui uno dedicato all’integrale delle composizioni per pianoforte a 4 mani di Sergej Rachmaninov, uno con musiche da camera di Gioachino Rossini, condiviso con alcuni artisti prime parti dell’Orchestra della Scala di Milano, uno dedicato alla musica per pianoforte a 2 e 4 mani di Pietro Mascagni ed un CD con “Shéhérazade” e “Capriccio espagnol” nelle versioni originali di Nicolai Rimskji-Korsakov per pianoforte a 4 mani. Si è esibito in veste solistica con varie orchestre tra cui: Malta Philarmonic Orchestra, Orchestra Filarmonica di Cracovia, Orchestra Sinfonica di Stato di San Pietroburgo, Euro Sinfonietta, Karlovy Vary Symphony Orchestra, Orchestra Sinfonica di Sanremo, I Solisti Aquilani, Orchestra Sinfonica Città di Grosseto, Croatian Symphony Orchestra, I Solisti Veneti, Orchestra Sinfonica MAV di Budapest, Orchestra Sinfonica di Leningrado. Nel 2018 Marco Sollini e Salvatore Barbatano hanno pubblicato un CD per Sony classical con i Concerti di Mozart e Kozeluch per due pianoforti e pianoforte a quattro mani e nel 2020 un CD con musiche di Beethoven (distr. Sony Music). Il Duo Sollini-Barbatano ha inciso inoltre l’integrale delle opere per pianoforte a 4 mani di Camille Saint- Saëns per la DaVinci Classics, ricevendo lusinghiere recensioni tra cui le “5 stelle“ della rivista Musica e idem dalla rivista Music Voice che lo ha scelto come "cd del mese"; inoltre, ha pubblicato un CD con musiche per due pianoforti di Franz Liszt con il Concerto Patetico e la monumentale Dante Symphonie (Da Vinci Classics) che ha ricevuto molte ottime recensioni e la nomina all’ICMA.

Flavio Peconio

Flavio Peconio è un importante rappresentante della prestigiosa scuola Barese di pianoforte studiando con i maestri Pierluii Camicia e Valfrido Ferrari, diplomandosi presso il Conservatorio N. Piccinni e Laureandosi presso l’Istituto di Alta Formazione Artistica del Conservatorio “DUNI” di Matera nel corso di II Livello solistico in Pianoforte sempre col massimo dei voti e la Lode. In seguito ha perfezionato i suoi pianistici con illustri maestri quali Philip Lorenz della University Fresno of Music di Los Angeles e François Joel Thiollier. Vincitore di importanti concorsi pianistici Nazionali ed Internazionali sia da Solista che in formazione da Camera, si esibisce da solista per importanti Associazioni Musicali in Italia e in Europa (Belgio, Germania, Spagna. Polonia ecc.) USA (Oregon, California,Texas e Florida ecc), ottenendo sempre unanimi consensi dal pubblico e dalla critica. Ha suonato da solista con orchestre italiane e straniere. Affianca all’attività concertistica , un’intensa attività didattica ,ha tenuto corsi di Perfezionamento Pianistico presso l’Accademia HINDEMITH di BLUNEY (Svizzera) ed in Italia presso il XXVII CORSO DI INTERPRETAZIONE MUSICALE CITTA’ di ​NORCIA ; è chiamato a far parte di giurie di concorsi pianistici in Italia ed all’estero. Insegna Pianoforte Principale presso il conservatorio “Niccolò Piccinni“ di Bari.

Simone Arbore

Nato nel 1972, si diploma in Pianoforte nel 1992 con il massimo dei voti e la Lode sotto la preziosa guida del M° Valfrido Ferrari presso il Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari. Successivamente si diploma in Musica Elettronica sempre presso il Conservatorio “N. Piccinni” e si laurea in Scienze della Formazione con il massimo dei voti e la Lode presso l’Università degli studi di Bari completando la sua formazione con numerosi Corsi di perfezionamento e Master Universitari. Vincitore di Concorsi pianistici nazionali ed internazionali, si dedica all’attività concertistica e all’insegnamento sia nei Conservatori che nella Scuola secondaria. Attualmente è titolare di cattedra di Pianoforte presso la Scuola Secondaria ad indirizzo musicale. Oltre all’attività concertistica e didattica si è dedicato all’attività di ricerca e di formazione nell’ambito delle tecnologie applicate alla didattica collaborando con Enti importanti tra cui l’Università degli studi di Bari ove ha ricevuto incarico di docente nei Master post laurea. Infine, nel 2023 ha scritto come autore unico un testo di didattica musicale per l’editore Bruno Mondadori.
TORNA SU